Filo diretto con il Presidente

Sul finire dello scorso anno, ragionando sulle prospettive evolutive del CUSI e sulla visione dello sport universitario che intendiamo darci, per essere sempre di più protagonisti del nostro tempo, abbiamo deciso di intraprendere una serie di azioni.
Tra queste, abbiamo inteso ripensare e riorganizzare il nostro sito internet.
L’impegno preso è stato mantenuto.
Da oggi il nuovo sito è online.
Lo dico con una certa soddisfazione, non perché si tratti di un’impresa faraonica o di inarrivabile esclusività.
Piuttosto, la dimostrazione che la volontà congiunta e condivisa riesce sempre a portare a casa il risultato e lo fa con la consapevolezza che aggiungere pezzi positivi alle nostre dinamiche è sempre segno di vivacità e di vitalità.
Tutta la struttura si è messa a disposizione ed il nostro Segretario Generale, Antonio Dima, ancora una volta, si è rivelato un eccellente direttore d’orchestra.
Il nuovo sito ha assunto una nuova veste grafica: elegante, accattivante e dinamica.
Ma non è solo questo il risultato che ritengo di dover perseguire.
La gradevolezza estetica, cosa che non guasta, deve essere abbinata alla valenza ed alla forza dei contenuti; deve assecondare la espressività, senza prevaricarne il significato; il supporto su cui appoggiare il senso.
L’obiettivo sarà raggiunto se sapremo mettere a fattore comune gli sforzi e le intenzioni, se sapremo raccontare le storie che viviamo quotidianamente nei CUS, nelle Università, nello sport.
La collaborazione e la partecipazione di tutti, però, è fondamentale per dare allo strumento tecnologico il significato di vetrina dello sport universitario del nostro Paese.
Il mio impegno ed il ruolo che intendo giocare è stimolare la partecipazione attiva e la creatività.
Di chi sta in prima linea, di chi sta dietro le quinte.
Il titolo della rubrica Filo diretto con il Presidente traccia un indirizzo e sottolinea la esigenza di un dialogo costante e continuo con tutti voi, con le Università, con i territori.
Cercheremo di essere tempestivi con le informazioni mettendo a disposizione di tutti gli strumenti per conoscere sempre di più, ma soprattutto sempre meglio, lo straordinario pianeta dello Sport universitario.
Non ci sottrarremo dal raccontare le storie dei CUS; dei veri protagonisti del nostro movimento.
La narrazione è il collante tra il passato e il futuro e “raccontare” il quotidiano dei CUS, significa elevare le storie di ognuno a patrimonio e valore di tutti.
Tutto ciò consapevoli del nostro impegno quotidiano, costruito in oltre settanta anni di storia, all’interno della società e del mondo dello Sport universitario del nostro Paese.