NAPOLI 2019

Il Presidente Lorenzo Lentini all'Università di Salerno

9 novembre 2018. Si è tenuta nella splendida Sala del Senato accademico dell'Università di Salerno a Fisciano, la presentazione dello stato di avanzamento dei lavori degli impianti sportivi che interessano la prossima edizione dell'Universiade di Napoli 2019.
L'incontro è stato coordinato dal sempre bravissimo Gianfranco Coppola, Vicepresidente USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) e ha visto la partecipazione di Aurelio Tommasetti,  Magnifico Rettore dell'Università di Salerno, di Gianluca Basile, Commissario Straordinario Universiade 2019, di Vincenzo Sessa, Sindaco del Comune di Fisciano, e di Lorenzo Lentini, Presidente del CUSI.
Particolare interesse è stato rivolto all'intervento del Presidente Lentini il quale, ancora una volta, ha sottolineato il grande valore simbolico, ma anche materiale,  che l'Universiade saprà dare a tutto il territorio campano; un evento che aprirà le porte a ulteriori tracce di sviluppo e di ammodernamento degli impianti e di tutto quanto ruota attorno all'economia dello sport. Tutto questo realizzato per gli studenti e in stretto rapporto di collaborazione.
Al termine dell'incontro è stato sottoscritto l'accordo tra il Commissario Straordinario dell'Universiade, Gianluca Basile, e il Presidente dell'ADISURC, Domenico Apicella, finalizzato alla collaborazione tra il CUS Salerno e la Struttura Commissariale per le attività sportive.

Dichiarazione del Commissario Straordinario per l'Universiade Napoli 2019 Gianluca Basile

1-10-2018 Si è appena conclusa a Losanna la riunione del Comitato Esecutivo FISU per la presentazione dello stato di attuazione degli interventi relativi al grande evento Universiade Napoli 2019.
La delegazione italiana è composta dal Commissario, GianlucaBasile, dal Vice Presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, dal Capo di Gabinetto del Comune di Napoli, Attilio Auricchio, dal Presidente del CUSI, Lorenzo Lentini.
Il Comitato esecutivo della FISU, anche a seguito delle risposte ai puntuali chiarimenti richiesti dai componenti, ha espresso apprezzamento per la dettagliata illustrazione del programma dell’evento e dello stato di avanzamento degli interventi riferiti alle diverse tematiche: villaggio degli atleti, impianti sportivi, accoglienza, sistema dei trasporti, sicurezza e assistenza medica.
In particolare, il Comitato ha preso atto della piena collaborazione tra le istituzioni territoriali coinvolte, il mondo dello sport (CONI e CUSI) e dell’impegno del governo nazionale, confermato dalla nomina del Commissario Straordinario in persona del Direttore Generale dell’ARU.
Il Comitato Esecutivo ha, pertanto, confermato in via definitiva lo svolgimento dell’Universiade Napoli 2019, ribadendo la piena collaborazione per la migliore riuscita dell’evento, che proprio a Napoli e in Campania potrà coniugare al meglio lo sport, la cultura, l’amicizia tra i giovani e la solidarietà tra i popoli.

Dichiarazione del Presidente FISU - Oleg Matytsin

“Siamo stati lieti, con l’odierna riunione a Losanna del Comitato esecutivo FISU, di verificare l’ampia e professionale presentazione delle attività di preparazione dell’Universiade a Napoli.
Nonostante i tempi ristretti che ci separano dall’evento, siamo fiduciosi che il programma sarà attuato nei tempi previsti.
La FISU è certa che Napoli, la Campania e l’Italia faranno da bellissima cornice per una manifestazione sportiva internazionale, ma anche di grande valenza culturale e di amicizia tra gli studenti".

Insediamento della prima cabina di regia per Napoli 2019

Si è tenuto ieri 8 agosto l'incontro di insediamento della prima cabina di regia successiva alla nomina dell'Ing. Gianluca Basile a Super Commissario per l'Universiade Napoli 2019.
L'incontro è stato presieduto dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e dal Neo Commissario Gianluca Basile.
Al tavolo dei lavori erano presenti tutte le Istituzioni coinvolte nel progetto oltre ai componenti dell'ARU, era presente il Comune di Napoli; la FISU; il CONI regionale e il CONI nazionale; il CUSI; i sindaci e i delegati dei Comuni coinvolti nell'organizzazione della manifestazione sportiva, le forze dell'ordine e tutte le istituzioni che agiscono sul territorio.
L'Universiade Napoli 2019 si farà e si farà bene. Questo l'impegno che tutti, in forma corale e condivisa, si sono assunti. E questa è la volontà espressa soprattutto dal Presidente De Luca e dal Presidente del CUSI, Lorenzo Lentini.

Gli USA a Napoli 2019

Il Vicecapo della Delegazione degli Stati Uniti, Nels Hawkinson, in visita presso i luoghi dell’Universiade, è rimasto favorevolmente colpito dagli impianti, dalle strutture e dagli alloggi del Campus Universitario di Fisciano.

Accompagnato dal Presidente dell’EDISU Domenico Apicella, ha apprezzato le residenze universitarie (ha dichiarato, infatti, che esse danno la stessa sensazione di trovarsi in un campus degli States) e ha espresso parole di elogio per l’efficienza, l’accoglienza e l’ospitalità dimostrata dai volontari del Centro Universitario Sportivo e dal personale dell’Ateneo del dell’Ente di Promozione dello Studio.

Al Presidente Lentini ha dichiarato che negli Stati Uniti vi è grande aspettativa per Napoli 2019, e che, oltre alla numerosa Delegazione statunitense, si prevede l’arrivo di oltre 500 persone e di un gran numero di accompagnatori e sostenitori che vorranno visitare la regione. Inoltre, sI è complimentato per l’Organizzazione messa in piedi dal CUSI, dall’Agenzia Regionale per le Universiadi e da tutto il comitato organizzatore locale.

Nella foto, Nels Hawkinson con Diego Bouchè e Lorenzo Lentini.

All’Università di Salerno la presentazione del Programma Volontari per Napoli 2019

Il 27 giugno il tour di presentazione del Programma Volontari per la prossima edizione dell’Universiade di Napoli 2019 ha fatto tappa nel meraviglioso Campus dell’Università di Salerno a Fisciano e, come al solito, la capacità organizzativa dell’Ateneo si è dimostrata di assoluto livello: sia per la numerosa partecipazione, sia per il clima di evidente emotività positiva che i giovani partecipanti hanno messo in spontanea evidenza.

Il “dispositivo” più efficace per la buona riuscita dell’iniziativa è stato ed è la stretta collaborazione tra l’Università stessa e il dinamico CUS Salerno che, condividendo un’identica prospettiva strategica, hanno dato vita alla splendida giornata.

I lavori sono stati coordinati da Luciano Feo, delegato del Rettore, che ha presentato gli ospiti.
Al tavolo erano presenti: Aurelio Tommasetti, Magnifico Rettore dell’Università di Salerno; Francesco Massidda, Capo di Gabinetto della struttura commissariale; Lorenzo Lentini, Presidente del CUSI; Diego Bouchè, Senior Advaisor della struttura commissariale; Roberto Outeiriño, Direttore Sport e Operation; Annamaria Ronca, Head del Programma Volontari.
Graditissimi ospiti, Giorgio Scarso, Presidente della Federazione italiana scherma; Nicola Maffulli, Delegato del Rettore per il settore sanitario di Napoli 2019 per l’Università di Salerno.
In sala, gli atleti Massimiliano e Claudia Mandia, arcieri salernitani, oltre a Michele Gallo e Claudia Memoli recenti medaglie d’argento ai Campionati Europei di Scherma Under 17.

Prima di passare la parola alla presentazione del programma volontari, affidata a Roberto Outeriño e ad Annamaria Ronca, il Rettore Tommasetti ha rivolto il saluto del padrone di casa a tutti i presenti e, nel contempo, ha presentato l’impegno progettuale che l’Università sta mettendo in campo per l’Universiade del prossimo anno e soprattutto per il futuro dell’impiantistica sportiva di tutto il complesso universitario salernitano.

La conferma di quanto il movimento sportivo universitario sta facendo, sia in termini organizzativi che strutturali, è arrivata dal Presidente del CUSI, Lorenzo Lentini.
Nel suo intervento di saluto ai tantissimi giovani presenti in sala, tra i quali quelli del CUS Salerno, Lentini ha posto in grande evidenza la strettissima vicinanza programmatica con il Rettore Tommasetti e la volontà condivisa di procedere con decisione e spirito di collaborazione verso la concretizzazione di una sempre più solida visone del valore culturale e sociale dello Sport Universitario.
Da quanto affermato dal Rettore Tommasetti e dal Presidente Lentini, è emersa una sintesi perfetta di efficienza, dinamismo e visione.

Convenzione tra l'Universiade Napoli 2019 e CONI Servizi

Il 3 maggio 2018 si è svolta a Napoli la conferenza stampa di presentazione della Convenzione tra l'Universiade di Napoli 2019 e CONI Servizi.
La Sala Italia della Mostra d'Oltremare era gremitissima di personalità e, ovviamente, dei rappresentanti della stampa nazionale e locale.
Il CUSI è stato rappresentato dal Presidente Lorenzo Lentini e dal Segretario Generale Antonio Dima.
Particolarmente conteso dai giornalisti, Lorenzo Lentini – che non si è sottratto alle domande – ha sottolineato il ruolo fondamentale del CUSI per la buona riuscita dell'evento sportivo; un CUSI che fin dall'inizio ha creduto e voluto realizzare il progetto e che sarà parte integrante e attiva, a fianco del Commissario straordinario e di CONI Servizi, per far vincere lo sport, il territorio e l'intero movimento dello Sport univeritario.
L'accordo è stato presentato dal Commissario straordinario per l'Universiade, Luisa Latella, e dall'Amministratore Delegato del CONI Servizi, Alberto Miglietta.
Il compito di introdurre la giornata e di moderare l'incontro è stato svolto, come sempre in modo impeccabile, dal Capo Ufficio Stampa e comunicazione del CONI, Danilo di Tommaso.
Il Commissario straordinario, Luisa Latella, ha esposto con chiarezza e puntualità lo stato delle cose.
Non ha taciuto le criticità e le difficoltà del lavoro che dovrà essere svolto in poco più di un anno, ma, al tempo stesso, ha espresso a tutti i presenti la ferma volontà e il convincimento che dall'azione congiunta di tutte le forze in campo il risultato finale sarà di alto profilo e posizionerà Napoli e tutto il territorio campano su un piano di visibilità positiva e di eccellenza assoluta.
Sullo stesso tenore, l'intervento dell'AD di CONI Servizi, Alberto Miglietta che, rappresentando il pensiero del Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e dell'Istituto, ha sottolineato l'intento di raggiungere i più alti obiettivi per il territorio regionale e per il prestigio di tutto il Paese attraverso questa manifestazione sportiva.
Il CONI c'è, con le risorse necessarie e con le professionalità di maggiore esperienza e capacità.
Tante sono state le domande poste dai numerosi giornalisti presenti e molte concentrate sul delicato argomento della sede del villaggio per gli atleti.
Il commissario ha sciolto la riserva che aveva accompagnato gli ultimi mesi annunciando che il villaggio sarà costruito all'interno degli enormi spazi della Mostra d'Oltremare.
Sarà un villaggio "non a perdere"; le strutture mobili che verranno costruite (circa 2.500) avranno una vita e una funzione ben al di là dell'evento sportivo.
È allo studio un progetto per destinare le casette a funzioni sociali in situazioni di particolare disagio.
Un esempio concreto della legacy che l'Universiade di Napoli 2019 saprà lasciare al territorio.

Intervista al Presidente Lorenzo Lentini, Napoli, 3 maggio 2018

Intervista al Presidente Lorenzo Lentini in occasione della conferenza stampa di presentazione della Convenzione tra l’Universiade di Napoli 2019 e CONI Servizi.

Napoli, 3 maggio 2018

L’Universiade di Napoli 2019 si farà, e si farà bene

Ieri, 18 aprile 2018, nella sede della Presidenza del Consiglio di Largo Chigi, si è tenuta la prima riunione della cabina di regia per l’Universiade di Napoli 2019 e fare il punto sulla situazione attuale, dopo la nomina e l’insediamento del Commissario Straordinario, Luisa Latella.
Due i temi “caldi” dell’incontro: lo stato dell’organizzazione e la necessità di un’accelerazione dei bandi per favorire i lavori di ristrutturazione e adeguamento degli impianti. A questo proposito il Presidente dell'ANAC, Raffaele Cantone, ha verificato la correttezza dei bandi per gli appalti per lanciarli a breve in tutta la Campania.
L’importante incontro ha visto partecipare con straordinaria disponibilità, attiva e positiva, tutti gli attori principali per il buon esito della manifestazione.
L’autorevolezza del tavolo è stata sottolineata dalla presenza del Ministro per lo Sport, Luca Lotti; del Presidente dell'ANAC, Raffaele Cantone; del Ministro per la Coesione territoriale e Mezzogiorno, Claudio De Vincenti; del Sottosegretario del MIUR, Gabriele Toccafondi; del Vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola; del Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris; del Presidente del CONI, Giovanni Malagò; del Commissario straordinario per l’Universiade, Luisa Latella; del Presidente del CUSI, Lorenzo Lentini.
L’intenzione comune, manifestata, condivisa e avviata, è stata quella di arrivare al superamento di tutte le difficoltà attraverso un lavoro congiunto e coordinato; ognuno per la sua parte; ognuno per la sua competenza.
Le componenti sportive, CONI, CUSI e Comitato Organizzativo, saranno la forza trainante; le Istituzioni e i Comitati di controllo daranno il supporto per rendere rapida, efficace e trasparente la sicura buona riuscita della XXX Universiade di Napoli 2019.

Universiade Napoli 2019: il video ufficiale di presentazione dell'evento

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha tenuto stamane nella sede della Regione di Via Santa Lucia, una conferenza stampa per ufficializzare l’assegnazione a Napoli dell’organizzazione della Universiade del 2019. Oltre al Presidente De Luca, erano presenti Lorenzo Lentini ( Presidente del CUSI ); Gaetano Manfredi, Magnifico Rettore dell’Università Federico II di Napoli nonché presidente della CRUI (Conferenza dei Rettori Universitari Italiani ); Cosimo Sibilia, Presidente del CONI regionale. Il Comune di Napoli è stato rappresentato da Raimondo Pasquino, Presidente del Consiglio comunale e Ciro Borriello, Assessore allo Sport.

Nel corso della conferenza stampa il Presidente De Luca ha messo in evidenza il grande lavoro da tutta la compagine che da settembre ad oggi non ha lesinato sforzi per ottenere l’ambizioso risultato, e al tempo stesso non ha mancato di sottolineare la grande opportunità che, attraverso l’organizzazione di un così importante evento sportivo, si affaccia su tutta la città e su tutta la cittadinanza. L’impegno sarà significativo e gravoso, da quello economico a quello organizzativo, è stata però chiarissima la volontà e la certezza di riuscire nell’importante progetto.

Il nostro Presidente, Lorenzo Lentini, oltre a ribadire l’impegno e il ruolo del CUSI nel raggiungimento di tale risultato, ha ricordato con orgoglio e passione l’origine della Universiade. Nel 1959 si teneva a Torino la prima edizione: fu un successo straordinario. Un successo che ha un nome e un cognome: Primo Nebiolo. Nel 2019 si celebreranno i 60 anni da quell’evento straordinario che segnò un passo significativo e successivamente irrinunciabile nella visione dello sport universitario: quel compleanno sarà festeggiato e celebrato a Napoli. E qui non sfugge, come ha sottolineato Lentini, il grande significato simbolico. Il passaggio di mano tra una grande città del nord ad una grandissima città del sud. La fratellanza, l’unione, la solidarietà, la convergenza, la cultura condivisa. Gli stessi valori che sono alla base e nel DNA dell’Universiade.

Il Rettore, Gaetano Manfredi, nella sua doppia veste, ha ribadito ruolo e impegno dell’Università che presiede e di tutte le Università per il raggiungimento del più alto livello qualitativo e organizzativo. Dalle Università escono i giovani atleti di tutto il mondo che si cimenteranno nelle gare, ma dallo stesso luogo esce e uscirà la classe dirigente del futuro. Quindi, parallelamente alla contesa agonistica verrà messa in campo l’arte del confronto e dello scambio; dell’arricchimento personale che diventa arricchimento collettivo.

Il Comune, per voce dei due rappresentanti, ha stigmatizzato la volontà di arrivare ad un impegno congiunto volto al raggiungimento del più grande risultato possibile. Napoli è un palcoscenico che merita attori di prim’ordine e una manifestazione sportiva di tale livello non può che giovare alla città e a tutto il tessuto sociale di cui essa si compone.